Su Snapchat, i geofiltri sono dei particolari filtri o effetti grafici che possono essere sovrapposti a una foto oppure a un video appena creati tramite uno scorrimento del dito da destra verso sinistra. I geofiltri cambiano in base alla posizione geografica in cui si trova l’utente Snapchat nel momento in cui viene scattata la foto o girato il video. Si tratta quindi di una specie di etichetta che avviene aggiunta al contenuto digitale e ha uno stretto riferimento con il luogo in cui è stato creato lo snap. Se ad esempio inviamo uno snap dal centro di Parigi, possiamo decidere di aggiungere al nostro contenuto l’icona della torre Eiffel. Inoltre, i geofiltri possono anche essere utilizzati per segnalare la partecipazione dell’utente Snapchat a un particolare evento (come ad esempio una manifestazione, un concerto, un matrimonio, un compleanno e altro ancora), oppure per promuovere un marchio o un’attività.
L’aspetto interessante è che ogni utente ha la possibilità di creare dei propri geofiltri personalizzati, e caricarli sulla piattaforma Snapchat per un determinato periodo di tempo e una determinata posizione geografica. Questa funzionalità è disponibile soltanto a pagamento, in quanto può essere utilizzata per promuovere e pubblicizzare eventi o attività commerciali.
E’ complicato creare e pubblicare sulla piattaforma un proprio geofiltro? Assolutamente no, l’operazione è molto semplice, basta seguire i passi che ora descriveremo.

In anzitutto dovete collegarvi alla pagina per la creazione dei geofiltri di Snapchat, dove vi verranno proposte due tipologie di geofiltro: community e on-demand. I geofiltri del primo tipo sono rivolti alla comunità degli utenti, non sono finalizzati ad attività di lucro e sono pertanto completamente gratuiti. La loro approvazione da parte di Snapchat può però richiedere diversi giorni. I geofiltri della categoria on-demand sono invece creati per promuovere degli eventi o attività commerciali. Si tratta quindi di una forma di pubblicità molto interessante, in grado di raggiungere un target di utilizzatori potenzialmente elevato. Ad esempio, un ristorante di prossima inaugurazione potrebbe promuovere l’evento creando un geofiltro personalizzato, visibile a tutti gli utenti Snapchat che si trovino in quel luogo nel periodo immediatamente precedente all’happening. Questo tipo di geofiltro è disponibile soltanto a pagamento, con costi che variano in base al periodo in cui si desidera che il geofiltro rimanga attivo e alla dimensione dell’area geografica che si vuole coprire. Solitamente, un geofiltro on-demand viene revisionato e, se rispetta le linee guida di snapchat, attivato nell’arco di una giornata lavorativa.

Affinché un geofiltro abbia successo (soprattutto se è di tipo on-demand) è fondamentale scegliere una grafica attivante, in grado di stimolare e attrarre il maggior numero possibile di utenti. Snapchat mette a disposizione degli utenti dei template predefiniti che coprono un’ampia gamma di utilizzi tipici, che possono essere selezionati per una rapida creazione del geofiltro. In alternativa, l’utente può caricare sulla piattaforma una propria grafica personalizzata. Quest’ultima deve rispettare alcune semplici regole: l’immagine deve essere in formato PNG in trasparenza, dimensione massima del file pari a 300 KB e dimensioni massima dell’immagine di 1080 pixel (larghezza) per 1929 pixel (altezza). Tutte le grafiche caricate sulla piattaforma devono inoltre essere originali, non è possibile utilizzare fotografie o hashtag e includere loghi o marchi registrati (fanno eccezione i loghi delle università, che possono essere utilizzati previa autorizzazione dell’istituto).