FACEBOOK PENALIZZA SITI SCADENTI E CON CONTENUTI NON ORIGINALI

I siti scadenti penalizzati da Facebook nel newsfeed degli utenti
Il portale di Mark Zuckerberg, dallo scorso 10 maggio, ha dichiarato guerra alle notizie false e sensazionalistiche, nonché allo spam. L’obiettivo è quello di dare una risposta all’interesse degli utenti del social network di essere informati, puntando sulla qualità dei contenuti. La potenza delle pagine sociali più famose del web ha ovviamente attirato media e aziende di ogni genere, interessati a farsi notare e a diffondere informazioni scadenti e non veritiere. Ora il fondatore della piattaforma ha messo la parola fine, così Facebook penalizza siti scadenti e con contenuti non originali. Una selezione necessaria per garantire il passaggio di informazioni veritiere e interessanti per gli iscritti. Inevitabile quindi la riduzione, fino ad arrivare all’eliminazione, degli incentivi economici e non solo destinati a coloro che pubblicano post inadeguati con l’unico scopo di generare traffico sulle proprie pagine. Come ha dichiarato il Product Manager di Facebook, Greg Marra, i tecnici hanno visionato centinaia di migliaia di pagine web, molte delle quali con contenuti privi di sostanza, ma con pubblicità di ogni genere, soprattutto scioccanti e fuorvianti.

Facebook penalizza i siti scadenti utilizzando la IA
L’offensiva degli operatori del social network è iniziata con la definizione delle caratteristiche delle pagine da scartare e dai contenuti da limitare.

Facebook penalizza siti scadenti e con contenuti non originali seguendo questi criteri:
– scarso contenuto testuale;
– contenuto privo di pertinenza;
– presenza eccessiva di pubblicità;
– presenza di pubblicità che possono urtare la sensibilità o ingannare gli utenti.

I tecnici del social network hanno adottato tecniche di machine learning, predisponendo i software di IA per il riconoscimento delle pagine di scarsa qualità. I programmi informatici esamineranno i testi, ma anche le immagini in modo da evitare il revenge porn. Non è dato sapere i dettagli dei criteri di scelta delle pagine da parte di Facebook, perché i responsabili non li hanno forniti. Inoltre non sempre è semplice definire certi fenomeni, come ad esempio la pubblicità scioccante o la pornografia. C’è una discrezionalità di chi giudica. Intanto, però, i collaboratori di Zuckerberg invitano chi gestisce pagine sul social di postare con frequenza contenuti di qualità, che piacciono e interessano alle persone.

Facebook diffonde la guida per i siti scadenti
Tra le pagine dedicate alle politiche aziendali sulla pubblicità si trova una mini guida per orientare gli utilizzatori di Facebook e permette di avere un’idea di cosa succederà ora che l’algoritmo avrà il compito di escludere alcuni contenuti. Chi non rientra nella categoria inserita nel libro nero potrebbe avere un incremento delle visite, mentre gli altri perderanno la visibilità. Facebook penalizza siti scadenti e con contenuti non originali, ma non avviserà gli interessati circa le azioni intraprese. Le pagine incriminate vedranno semplicemente una drastica riduzione del traffico.

Questo aspetto dovrebbe evitare che qualcuno possa aggirare l’ostacolo. In realtà questa notizia non costituisce proprio una novità, perché da tempo Facebook opera per contrastare i link di bassa qualità, le notizie false e il click baiting, ma questa volta si tratta di rendere la vita difficile a chi opera in maniera ingannevole oppure concentrandosi solamente sul traffico senza curare i testi e le immagini. Chi è attivo su Facebook con pagine promozionali deve pensare a un elemento in più: il modo per ottimizzarli per prevenire qualsiasi tipo di penalità.

La SEO sembra diventare FEO, proprio perché le azioni intraprese saranno incentrate sulle regole di Facebook. Nei prossimi mesi non saranno solo più i link a dover raccogliere like e commenti, ma qualsiasi informazione e inserzione.

 

Vuoi realizzare il tuo nuovo sito web?

Compila subito il form di contatto oppure chiamaci al numero 0522 882046 

R

CONSULENZA

Ti consigliamo il sito web adatto alle tue esigenze

R

PREVENTIVO

Studiamo un preventivo competitivo

R

ANTEPRIMA

Progettiamo e sviluppiamo una bozza per il tuo nuovo sito